Reportage

Feltre – RINASCIMENTO DOLOMITICO

Sulla pietra rossa su cui poggia la città campeggia il leone di San Marco. 
Finestre rubate al Canal Grande si contendono le facciate dei palazzi con affreschi e capitelli ingoiati dalle fasi del tempo, che profuma di nobiltà veneziana.
Ma sotto i bugnati sorretti da colonne in marmo sfumate di grigio, riposano domus di età romana, durante la quale Feltre emanava già la sua vitalità straordinaria. Oggi la città riparte dal suo antico splendore e si prepara al 2021. L’anno zero. Quando, in Piazza Maggiore, quel “leone di montagna” diventerà l’emblema di una nuova rinascita.
 

Feltre - Sulla pietra rossa su cui poggia la città campeggia il leone di San Marco. Finestre rubate al Canal Grande si contendono...

Read more “Feltre – RINASCIMENTO DOLOMITICO”

Reportage

LA PORTA GIUSTA DA APRIRE

Mi ricordo di aver letto su un libro che tra la nostra anima e il nostro corpo ci sono tante piccole porte e da lì, se sono aperte, passano le emozioni, se sono socchiuse filtrano appena e che solo l’amore può spalancare tutte le porte di colpo, come una raffica di vento.

Lo scrive nonna Olga alla sua nipotina in “Va’ dove ti porta il cuore”.

Le confida anche una cosa curiosa e cioè che perdere tempo non sia un fatto per niente grave, poiché “la vita non è una corsa ma un tiro al bersaglio: non è il risparmio di tempo che conta, bensì la capacità di trovare un centro”. Read more “LA PORTA GIUSTA DA APRIRE”

Dayafter

T.C.L. 2019 – IL PROLOGO

Ospiti del Varese 4×4, domenica 10 Marzo si è svolta la tappa di prologo del T.C.L. 2019 . Tappa non a scopo competitivo, ma di approccio per i nuovi partecipanti al Campionato 2019.

Tutti gli equipaggi presenti, infatti, affronteranno il campionato per la prima volta, e la scena per ora è stata tutta per loro, purchè alcuni Team della scorsa edizione siano venuti a dare un’occiata ai nuovi rivali. Read more “T.C.L. 2019 – IL PROLOGO”

Reportage

SULLE TRACCE DEI WALSER

I WALSER, GIUNTI DALLA VALLE PERDUTA

“Prima del grande gelo, le montagne toccavano il cielo e lo sorreggevano. Non c’era neve sulle vette, ma tanti fiori e lievi ali di farfalle. Le cime erano sacre, fatte per gli dei, ma non esistevano confini. Gli uomini incontravano nei boschi le divinità. I bambini e i folletti ruzzolavano insieme nei cortili. Gli gnomi la sera rubavano le slitte per scivolare sul prato e le mamme chiamavano le fate per cullare i loro piccoli. Un giorno tutto finì e fu colpa di un uomo. Si chiamava Ulisse. Si chiama sempre Ulisse quello che varca i confini…”
Questo narra un’antica leggenda Walser, un popolo giunto da una valle perduta, al di là del confine svizzero. Read more “SULLE TRACCE DEI WALSER”